Web semantico: classi OWL e OOP

È un errore comune quello di confondere il concetto di classe nella programmazione ad oggetti (OOP) con il suo analogo nella descrizione semantica delle risorse (in OWL). Vi sono infatti delle sottili differenze che bisogna tenere presenti quando ci si accosta per la prima volta alla creazione di strutture semantiche che facciano uso di classi e di istanze di classe.

Nella programmazione ad oggetti tutte le proprietà e le caratteristiche della classe discendono dal tipo stesso della classe, dunque il tipo di un oggetto non dipenderà dalle sue caratteristiche, bensì sono proprio gli attributi che dipenderanno dal tipo di classe. In OWL, invece, il tipo di un oggetto non indicherà necessariamente la sua struttura; piuttosto gli individui OWL potranno avere una data struttura indipendentemente dai loro tipi. In pratica questo approccio fa sì che un’entità che appartenga ad una data classe OWL condividerà con gli altri appartenenti alla medesima classe caratteristiche comuni.

La differenza non si coglie immediatamente, ma risulta una caratteristica importante per il funzionamento stesso delle classi semantiche.

Django: Python web development

Web Development with Python and Django from Michael Pirnat

Lavorare con una “Chaos Monkey”

Molte volte i sistemisti, i programmatori e gli ingegneri sono accomunati da un’analoga spinta irrefrenabile che li porta a voler cambiare i propri sistemi in favore di qualcosa di più evoluto o performante. In tal senso si prende in considerazione l’idea di voler far migrare una parte, anche consistente della propria architettura su una nuova piattaforma o di voler modificare il cuore stesso di un dato sistema informatico in modo che risulti “al passo coi tempi”. Tutto ciò anche se il sistema risulta perfettamente funzionante, scalabile e soprattutto robusto. Si tende a pensare più al come il proprio software o sistema si comporti all’interno piuttosto che a come quest’ultimo risponda effettivamente alle richieste da parte dei propri utenti (i quali dovrebbero corrispondere con buona probabilità anche ai propri clienti).

Scimmia CaosThe Dirty Cream: http://thedirtycream.blogspot.com

Continua a leggere

Evidenziare i commenti di un autore su WordPress

Con WordPress 2.8 evidenziare i commenti degli autori o  degli amministratori di un blog è semplicissimo e non serve assolutamente scrivere una sola riga di PHP o installare alcun plugin; basta solo modificare lo style.css del tema in uso come segue:

li.bypostauthor {
    /* Stile CSS dell'autore */
}
 
li.byuser {
    /* Stile CSS degli utenti */
}
 
li.comment-author-admin {
   /* Stile CSS dell'amministratore */
}

Wordpress

Se andate a vedere il codice di un commento di un amministratore che ha commentato un suo post verificherete che WordPress stesso aggiunge le classi: byuser, comment-author-admin, bypostauthor.