Flyback: backup veloce per la vostra linux box

Flyback è un software per Linux che consente il incrementale dei dati per consentirvi di avere la sicurezza di poterli ripristinare in futuro. Vediamo cos’è davvero un incrementale:

L’incrementale è un backup che contiene tutti i files cambiati dall’ultimo backup (completo e incrementale). Il backup incrementale è più rapido di quello differenziale ma richiede tempi di restore più lunghi poiché è necessario partire dall’ultimo backup completo e poi aggiungere in sequenza tutti i backup incrementali.
Backup differenziale: Backup cumulativo di tutti i cambiamenti effettuati a partire dall’ultimo backup completo (o full backup). Il vantaggio è il minor tempo necessario rispetto ad un backup completo. Lo svantaggio è che i dati da salvare aumentano per ogni giorno trascorso dall’ultimo backup.

Citato da Wikipedia, l’enciclopedia libera (backup)

Flyback non fa altro che fotografare lo stato attuale del vostro sistema e riportarlo in quel dato punto in qualsiasi momento successivo. L’idea è quella del Time Machine presente su Mac OSX Leopard. Flyback è basato su rsync e crea delle cartelle di backup differenti inserendo i dati che dovranno essere copiati.

Con questo metodo incrementale i file già presenti verranno ripristinati tramite degli hard-links ai dati già salvati su altre cartelle. Così facendo si guadagna spazio sull’hard disk e si può scegliere quale backup ripristinare in una finestra temporale anche molto ampia. Tutto ciò ovviamente implica che ripristinare un backup più vecchio non comporta alcun problema nell’integrità dei dati ripristinati. Se avete dei files importanti, magari di lavoro o studio, questo programma dovrebbe sicuramente essere utilizzato ogni giorno. Ricordate che l’imprevisto è in agguato e che se un HD da 500 GB si guasta sono dolori.


Vediamo adesso come preparare l’installazione di Flyback su diverse distribuzioni:

$ sudo apt-get install python python-glade2 python-gnome2 python-sqlite rsync

$ sudo apt-get install python python-glade2 python-gnome2 python-sqlite python-gconf rsync

Fedora:

$ yum install pygtk2 gnome-python2-gconf pygtk2-libglade python-sqlite

Adesso scarichiamo Flyback da http://code.google.com/p/flyback/, scompattiamolo e diamo il seguente comando:

$ python flyback.py

Con python tutto è un gioco da ragazzi.

v0.4

* show/hide hidden files
* column sorting/resizing
* new columns: “size” and “has changed”
* auto-delete old backups (by age or available space)
* icons in the file list
* a default excludes list is now available

v0.3

* excludes are now implemented
* automation is now implemented
* can now run backups gui-less via “–backup”
* all commands (not just rsync) get outputed to the command output box now
* fixed restore permissions error, other bugs

v0.2.1

* fixed “running for the first time – prefs should show” bug

v0.2

* “restore” button now implemented
* GTK multithreading bugs fixed
* pulled output pane into main window – made viewing optional
* added warning of exit while backup/restore is in the works

v0.1

* initial release

Future Work

* yes, an 3D/opengl view of the directories “flying back” is coming…

Vediamo anche come lavora il concorrente Time Machine su Leopard:


[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=n055CqFnjyo]

tags Tags: , , , ,
categorieCategorie: Linux, Software

Forge Of Empires Italia

One Response to “Flyback: backup veloce per la vostra linux box”

  1. battiz on marzo 7th, 2009 23:00

    finalmente!
    basta con sempre sta shell anche per fare i backup!
    😀