Configurare manualmente una connessione wireless

Vediamo come configurare manualmente la nostra distribuzione Linux affinché essa possa connettersi automaticamente ad una rete infrastrutturale o Ad-Hoc richiamando le configurazioni impostate nel file /etc/network/interfaces.

Il file /etc/network/interfaces

Le distribuzioni GNU/Linux (solitamente) memorizzano le impostazioni relative alle schede di rete in alcuni file di testo che vengono letti ad ogni avvio per l’utilizzo delle configurazioni in essi contenute. Questo file è /etc/network/interfaces, vediamo in breve di cosa si tratta.

In realtà non sarebbe necessario memorizzare le configurazioni delle schede di rete in questo file. Infatti, con le giuste opzioni e varie sintassi, tramite i comandi ifconfig [1] e route [2] possiamo configurare la nostra scheda di rete. Certo che doverlo fare ad ogni avvio del sistema diventa noioso, per questo memorizzare tutto all’interno di un file di testo e’ cosi’ utile.

In questo modo per attivare/disattivare la scheda di rete ethN (dove N e’ un numero, la prima scheda di rete e’ eth0, poi eth1 e così via) basterà dare il seguente comando:
# ifup eth0
# ifdown eth0

le varie configurazioni, parametri, ecc. verranno presi automaticamente dal file /etc/network/interfaces.

Network Interfaces on LINUX

Continua a leggere

Come comprimere i pdf con pdftk e gs

Capita spesso di trovarsi a dover inviare dei file pdf di dimensioni a volte spropositate e di non avere a disposizione molta banda in upload o spazio FTP sufficiente a contenere tali file. Nella maggior parte dei casi si ha solo bisogno di leggere un pdf e non avere necessità di qualità elevatissime. In tali occasioni basta semplicemente munirsi degli strumenti giusti e con due righe di codice possiamo comprimere il nostro file in maniera notevolissima.

Logo PDF

Prima di tutto ci serve avere installato pdftk, un programma dalle moltissime funzioni che troverete nella maggior parte dei repository delle varie distribuzioni. Oltre a questo programma serve anche Ghostscript (che da linea di comando richiamate con gs); questo si trova quasi sempre già presente nel sistema.

Continua a leggere

Coloriamo il prompt di bash

Per avere il prompt della shell colorato basta editare ~/.bashrc e commentare le seguenti righe:

# set a fancy prompt (non-color, unless we know we
#"want" color) case "$TERM" in
#xterm-color)
#    PS1='${debian_chroot:+($debian_chroot)}... '
#    ;;
#*)
#    PS1='${debian_chroot:+($debian_chroot)}\u@\h:\w\$ '
#    ;;
#esac

Continua a leggere