Arriva Age Of Empires Online!

Il tempo è finalmente giunto e a quanto pare a breve avremo la possibilità di giocare di nuovo ad Age Of Empires come ai bei tempi. Dovete sapere che c’era una volta il caro e vecchio LAN Party a base di Unreal, Quake e AOE (Age Of Empires), il tutto rigorosamente wired con uno switch al centro della casa e una serie di cavi ethernet collegati a stella. Erano i tempi in cui si facevano anche le 8 del mattino e i trabucchi non avevano eliminato il castello della fazione avversaria. Dopo il II però le cose non proseguirono come ci si aspettava e uno dei migliori RTS mai pensati finì per essere soltanto un caro ricordo. Forse oggi, a distanza di diversi anni, si potrà riprovare quel mistico senso di alienazione dato da ore e ore di gioco al massacro a base di eserciti e armi d’assedio.

aoe online

Continua a leggere

Configurare manualmente una connessione wireless

Vediamo come configurare manualmente la nostra distribuzione Linux affinché essa possa connettersi automaticamente ad una rete infrastrutturale o Ad-Hoc richiamando le configurazioni impostate nel file /etc/network/interfaces.

Il file /etc/network/interfaces

Le distribuzioni GNU/Linux (solitamente) memorizzano le impostazioni relative alle schede di rete in alcuni file di testo che vengono letti ad ogni avvio per l’utilizzo delle configurazioni in essi contenute. Questo file è /etc/network/interfaces, vediamo in breve di cosa si tratta.

In realtà non sarebbe necessario memorizzare le configurazioni delle schede di rete in questo file. Infatti, con le giuste opzioni e varie sintassi, tramite i comandi ifconfig [1] e route [2] possiamo configurare la nostra scheda di rete. Certo che doverlo fare ad ogni avvio del sistema diventa noioso, per questo memorizzare tutto all’interno di un file di testo e’ cosi’ utile.

In questo modo per attivare/disattivare la scheda di rete ethN (dove N e’ un numero, la prima scheda di rete e’ eth0, poi eth1 e così via) basterà dare il seguente comando:
# ifup eth0
# ifdown eth0

le varie configurazioni, parametri, ecc. verranno presi automaticamente dal file /etc/network/interfaces.

Network Interfaces on LINUX

Continua a leggere

Il Wi-Fi 802.11s per le reti ibride

Attualmente mi sto occupando (insieme a @giancarloromeo) dello sviluppo di architetture di rete ibride e dello studio evolutivo di queste tramite la teoria delle reti complesse. Ho potuto vedere lo sviluppo di tali tecnologie di comunicazione partendo dall’architettura protocollare e dalla teoria inerente alla distribuzione dei nodi su una rete in continua evoluzione. In pratica nelle reti ibride (chiamate anche mesh networks) ogni nodo può agire da router e da receiver o si può promuovere un sottoinsieme di nodi alle funzionalità di routing. La comunicazione avviene per mezzo di tabelle di routing contenute in ogni nodo e aggiornate dinamicamente con tecniche reattive o proattive.

Mesh networks

Ci sono diversi esempi di algoritmi di routing ma i più utilizzati al momento risultano essere l’AODV e l’OLSR, rispettivamente proattivo e reattivo. Quello che attualmente viene considerato più supportato e sviluppato è OLSR, ma il task group all’IEEE ha scelto di adottare AODV, modificandolo, per lo sviluppo di 802.11s. Ovviamente questa specifica per il protocollo IEEE 802.11 è ancora a livello di bozza e non può essere considerata attuabile nell’immediato futuro, ma siamo certi che di qui a pochissimi anni moltissimi dispositivi mobili lo adotteranno come standard.

Continua a leggere

SCP: copiare files via rete con Linux

Se volete copiare files con una connessione sicura e criptata non c’è comando più semplice di scp (acronimo di Secure copy). La copia è sicura e veloce e non comporta il noioso utilizzo di periferiche rimovibili quali HD esterni e chiavette usb.

Al contrario di SSH non permette la connessione all’host, ma solo il trasferimento dei files. Questo comando è simile al comando BSD rcp, anche se quest’ultimo non supporta la trasmissione di dati criptati.

SCP

Continua a leggere