Flyback: backup veloce per la vostra linux box

Flyback è un software per Linux che consente il backup incrementale dei dati per consentirvi di avere la sicurezza di poterli ripristinare in futuro. Vediamo cos’è davvero un backup incrementale:

L’incrementale è un backup che contiene tutti i files cambiati dall’ultimo backup (completo e incrementale). Il backup incrementale è più rapido di quello differenziale ma richiede tempi di restore più lunghi poiché è necessario partire dall’ultimo backup completo e poi aggiungere in sequenza tutti i backup incrementali.
Backup differenziale: Backup cumulativo di tutti i cambiamenti effettuati a partire dall’ultimo backup completo (o full backup). Il vantaggio è il minor tempo necessario rispetto ad un backup completo. Lo svantaggio è che i dati da salvare aumentano per ogni giorno trascorso dall’ultimo backup.

Citato da Wikipedia, l’enciclopedia libera (backup)

Flyback non fa altro che fotografare lo stato attuale del vostro sistema e riportarlo in quel dato punto in qualsiasi momento successivo. L’idea è quella del Time Machine presente su Mac OSX Leopard. Flyback è basato su rsync e crea delle cartelle di backup differenti inserendo i dati che dovranno essere copiati.

Con questo metodo incrementale i file già presenti verranno ripristinati tramite degli hard-links ai dati già salvati su altre cartelle. Così facendo si guadagna spazio sull’hard disk e si può scegliere quale backup ripristinare in una finestra temporale anche molto ampia. Tutto ciò ovviamente implica che ripristinare un backup più vecchio non comporta alcun problema nell’integrità dei dati ripristinati. Se avete dei files importanti, magari di lavoro o studio, questo programma dovrebbe sicuramente essere utilizzato ogni giorno. Ricordate che l’imprevisto è in agguato e che se un HD da 500 GB si guasta sono dolori.

Continua a leggere

Getamac South Park’s style

Torniamo sull’argomento trattato in precedenza per la campagna di Novell chiamata MeetLinux con questo simpatico video in stile South Park che dimostra come il PC sia vulnerabile sotto moltissimi aspetti.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Id_kGL3M5Cg]

MeetLinux – Spot Mac, PC & Linux

Get a MacAvete mai sentito parlare della campagna pubblicitaria di Apple chiamata “Get a Mac” ed italianizzata con “Prendi un Mac” [1]?

Devo dire che l’idea commerciale è davvero ben congegnata e rende l’idea perfettamente. Anche un utente inesperto capisce di cosa si sta parlando e lo assimila subito visivamente. Ma bisogna dire che questa pubblicità comparativa manca in una parte fondamentale: LINUX. Dov’è il terzo incomodo? Il sistema GNU che aderisce agli standard e che viene sviluppato liberamente? Chi si impegna anche a fare il reverse engineering (in italiano reingegnerizzazione) per consentire lo sviluppo di driver che altrimenti non esisterebbero neanche o debuggare programmi di migliaia di linee di codice e lo fa gratuitamente di sicuro si sarà sentito emarginato, come del resto avviene nella realtà ahimé  e senza un valido motivo visto il numero di macchine che usano Linux. Pensate anche al fatto che in questo momento io sono in grado di inserire questo post proprio grazie ad un sistema linux completamente gratuito e FLOSS. Tutto ciò non lo avrei mai potuto fare con questa libertà se non grazie a Linux e la cosa non è affatto da prendere sottogamba, ma bensì andrebbe fatta una grande riflessione sui possibili scenari futuri, cioè se Linux scomparisse o se i bios windows compliant o mac compliant dettassero legge sui mercati mondiali.

Ebbene, non so quanti di voi conoscano l’azienda Novell [2], per intenderci l’azienda che produce Suse [3], di cui parlerò in seguito visto che è possibile che passi proprio a Suse, e che ha sviluppato il server per il desktop 3D Xgl [4] [5], in ogni caso quest’azienda ha deciso di concorrere con Mac sullo stesso campo utilizzando la stessa idea.

Mi piacerebbe invitarvi a continuare nella lettura di questo post e a prendere visione degli spot che Novell ha creato, sono certo che non vi lasceranno indifferenti, anche se in lingua inglese.

La campagna Novell MeetLinux

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=pDc9I3z7ab4]

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=GVOnFdMf0RU]

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=NkFQVcl62qo]

Tutti noi sappiamo che di sicuro un Mac non è un PC con Windows e che il paragone per molte cose è lecito farlo e anzi va fatto per sensibilizzare la gente sulla “bontà del software” che viene prodotto in maniera semplice e chiara (di certo non da geeks per geeks). Per contro però non bisogna dimenticare nemmeno “l’altra metà della mela” (scusate il bisticcio di parole) e cioè il mondo Linux, che comunque esiste, si espande e spera sempre di potersi ritagliare un piccolo momento di celebrità anche senza la montagna di soldi che muovono le concorrenti. Ma d’altra parte un’idea nobile non sempre viene fuori per vie “ufficiali”, magari, vedi la Rivoluzione Francese e la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e del cittadino, si espande per vie traverse e partendo dal basso.

Sperare alla fine è umano come sbagliare.

Per OpenBSD

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=gFAJDbV9Vfs]

Risorse
[1] http://www.apple.com/it/getamac/
[2] http://www.novell.com/
[3] http://www.novell.com/products/desktop/
[4] http://www.novell.com/products/desktop/features/xgl/