Se si perde la password di Vista?

Succede a volte che un utente sbadato vi chiami negli orari più assurdi per comunicarvi che ha appena dimenticato la password di accesso al suo sistema con su Windows Vista nuovo di zecca. E succede anche che voi in quel preciso istante siate impegnati con altri dieci lavori e che non abbiate la volontà di mettervi a perdere delle ore per salvare i dati sensibili del disgraziato prima di formattare tutto il suo bel sistema.

E allora che fare? -.-

La risposta è semplice e consiste di pochi passi da eseguire in maniera veloce, bardati di un cappello da mago e cosparsi di un pungente odore di zolfo bruciato.

Continua a leggere

Windows 7 beta prima del 2009

A quanto pare quelli di Redmond vogliono bruciare i tempi. Vorrebbero iniziare a testare la prossima versione di Windows, la versione successiva al malriuscito Vista, già a Natale di quest’anno. La gran fretta nasce dal fatto che le aziende ed i privati non vogliono Vista e preferiscono il vecchio XP.

Windows 7 screenshot

Windows 7 screenshot

Continua a leggere

Windows Vista viene snobbato

Ormai tutti si stanno accorgendo che Vista praticamente non serve a nulla e a quei pochi a cui piace il look di Vista sarebbe consigliabile al massimo installare il Vista Transformation Pack che rende XP tale e quale a vista, se non per i DirectX 10 purtroppo.
Se non credete alle mie parole date un’occhiata all’immagine sotto che mostra XP ma che tutti riconoscono come Vista.
A quanto pare anche gli esperti chiamano Vista il sistema operativo Zombie e Dell ricomincia a distribuire i propri PC con Windows XP e con Ubuntu Linux, uno smacco durisso per la Microsoft.
La cosa ancora più bella da sentire è che Microsoft continuerà a vendere XP fino a giugno 2008 viste le richieste delle case produttrici di PC che vogliono ancora distribuire il vecchio sistema come OEM.

Inoltre bisogna considerare anche quanto detto a proposito del confronto tra Vista e Ubuntu qualche tempo fa. Mi è capitato ieri di parlare con un cliente che voleva installare su tre macchine Windows e che mi chiedeva quanto gli venisse a costare. Visti i prezzi del solo sistema operativo, dell’installazione e della configurazione non mi è sembrato poi tanto entusiasta, per non parlare poi di quando gli ho detto che esistevano sistemi operativi gratuiti e praticamente non soggetti ad alcun virus.

Sempre su eweek si legge:

Even some of Windows’ most loyal users are finding that its poor performance, lousy software support and pathetic driver support is too much to stomach.

Fate un pò voi…

Riflettete anche sul fatto che MS sta preparando il suo prossimo service pack per XP che dovrebbe vedere la luce all’inizio del 2008 e il bello che ci sarà anche un bel sp anche per Vista. In pratica si corre ai ripari.

Instabilità in Vista

Finalmente anche MS lo ammette: Vista non è stabile e ha grosse lacune con i driver nonostante i suoi 10 GB di installazione.
Vorreste avere un PC che va più lento, consuma più risorse per fare le stesse cose che faceva XP, costa un botto ed è pieno di problemi? Davvero volete farlo? Contenti voi…

Tranquilli utenti Windows, arriva subito un bel Service Pack fresco fresco. Vi sembrerà prestino per un SP, ma sai con Vista ci vuole e quindi mettetelo subito e continuate a sperare che tutto si risolva… forse.

Continua a leggere

Vista vs Ubuntu

Eccoci qui con un bel video dimostrativo e una storia ([1]) che ci portano all’attenzione lo spreco e il costo dei moderni sistemi operativi e come fare ad evitarli.
Se da un lato troviamo il nuovo sistema di casa Microsoft di nome Vista e il suo prezzo che è sicuramente superiore a quello della versione precedente e della medesima versione ma americana, dall’altro trova posto un sistema operativo FLOSS e gratuito come Kubuntu (versione di Ubuntu con KDE).

Ebbene udite udite Kubuntu con Beryl risulta notevolmente superiore come effetti grafici e fluidità; Vista, infatti, ha qualche effetto per lo più scattoso e che richiede un motore grafico chiamato Aero [Windows_Aero] che mangia 2 GB di memoria DDR2.

Windows Vista viene presentato

Continua a leggere

Windows vs. Linux

Ogni giorno si combatte una battaglia informatica contro l’analfabetismo imperante causato dalla sempre crescente usabilità di sistemi operativi e software proprietario. Gli utenti “base” cercano le funzionalità con il minimo sforzo nell’apprendimento, quasi come se chi comprasse un libro pretendesse un lettore automatizzato per evitarsi la fatica di leggere. Siamo schiavi della semplicità oppure vogliamo che il software che usiamo ogni giorno sia veloce e performante? Adesso possiamo avere la semplicità unita alla potenza e alle funzionalità con poco sforzo e gratuitamente; il merito è dello sviluppo continuo di GNU/Linux.
Partendo da questo post su doxaliber mi sono imbattuto in questa discussione davvero interessante su cui riflettere approfonditamente. Riporto sotto qualche citazione dei molti commenti che la compongono.

…oggi non si fa informatica, soprattutto nei settori più critici, senza Windows, mentre si può stare tranquillamente senza Linux.

Continua a leggere