Le caratteristiche del service pack 3 di XP

Diciamo da subito che il Service Pack 3 di aumenta le prestazioni del sistema operativo di un buon 10%, e solo per questo motivo andrebbe installato immediatamente. Bisogna dire che Windows XP è ancora oggi il miglior sistema operativo prodotto dalla Microsoft e che sfrutta molto meglio di Vista le potenzialità della macchina sulla quale viene installato.

Vista, infatti, è molto più grosso (circa 10 GB di installazione) e pesante del vecchio XP che, se sapientemente configurato e aggiornato consente di fare tutto ciò che si fa con Vista e in minor tempo, risparmiando una buona quantità di risorse della nostra macchina.

Il SP3 include tutte le patch di aggiornamento rilasciate in precedenza per Windows XP in un unico blocco di installazione, comprese quelle inerenti alla sicurezza e alla riparazione di falle critiche del sistema. In più contiene delle release esterne e una quantità di nuovi miglioramenti al sistema che non cambiano però in maniera significativa l’esperienza d’uso del sistema da parte dell’utente. In pratica non ci si accorge di averlo installato e sembra che XP sia il solito vecchio sistema operativo di prima. All’interno però il sistema operativo risulta molto più sicuro e robusto di prima.

Con questo nuovo SP vengono introdotte alcune caratteristiche dei nuovi Windows Server 2008, tra le quali il Network Access Protection (NAP), che è contenuto nativamente anche in Vista. Esso assicurerà una migliore protezione nelle reti con Vista e Windows Server 2008.

Una importante novità è costituita dal Microsoft Management Console (MMC) 3.0, un’architettura che unifica e semplifica la gestione della manutenzione ordinaria mediante Task Manager introducendo dei menu, una navigazione più semplice, barre di strumenti e diagrammi di flusso che operano in modo trasversale su diversi strumenti. Interessante è anche il Microsoft Core XML Services 6.0 (MSXML6), il quale fornisce una migliore affidabilità, sicurezza e coerenza con gli standard relativi all’XML 1.0 e l’XML Schema 1.0. Introduce anche la compatibilità con System.Xml 2.0.

Per l’acquisizione di chiavi e certificati da parte degli utenti che accedono ad un computer protetto da certificazioni è presente adesso il Digital Identity Management Service (DIMS).
Molto apprezzata è anche l’introduzione del Wi-Fi Protected Access 2 (WPA2), che immette il supporto per WPA2, l’ultimo standard di sicurezza per il wireless derivato dallo IEEE 802.11i.

tags Tags:
categorieCategorie: Windows

Forge Of Empires Italia

Comments are closed.